La storia dell'Olperl

C´era una volta a Sesto una creatura misteriosa che tutti chiamavano “Olperl”. Non era ne un uomo ne una bestia.
Di giorno restava nascosto nel punto più profondo del bosco, ma all´imbrunire si trasformava in un folletto dispettoso e si divertiva a spaventare contadini e viandanti con fischi acuti.
Alla gente della valle era noto per i suoi brillanti occhi sporgenti.
Si narra che, ancora oggi, di notte, l´Olperl si aggiri tra le montagne di Sesto e continui a fare dispetti
alla gente.
L´Olperl è un furbacchione: tutti gli animali del bosco sono suoi amici e insieme arrampicano, giocano a nascondino e si fanno i dispetti. Ama i frutti di bosco e non è soddisfatto fintanto che non ne ha la pancia piena.

Ti piacerebbe conoscere meglio l´Olperl e i suoi amici? Allora vieni a scoprire
Il suo mondo incantato!